Comuni

Cavargna

Il paese che dà il nome alla nostra vallata dista circa venti minuti d'auto da San Nazzaro ed è il comune piu' alto di tutta la provincia di Como (1070 m.). Oltre al nucleo abitativo di Cavargna vi sono le frazione distaccate di Segalè, Mondrago, Vegna e Collo. Vi sono poi altri insediamenti in montagna - Pianca, Colonè, Alpetto le località principali - e due alpeggi (Tabano e Stabiello). All'omonimo passo lungo il confine italo-elvetico si trova il santuario di San Lucio. A Cavargna da decenni è presente l'associazione Amici di Cavargna che promuove svariate attività culturali come la pubblicazione di testi sulle tradizioni popolari valligiane. Essa inoltre gestisce l'interessante Museo della Valle che ogni domenica è possibile visitare su prenotazione.

Per informazioni: http://www.comune.cavargna.co.it

Cusino

Il primo paese della valle che si incontra sulla strada provinciale è Cusino che si trova ai piedi dell'omonimo sasso. Esso dista circa 10 minuti d'auto da Carlazzo ed è situato a 800 metri s.l.m. Cusino è il paese meno popoloso della valle e i suoi abitanti amano farsi chiamare ulocc (allocchi). Il comune si estende a nord-est fino ai monti Marnotto e Tabor. Esso comprende gli alpeggi di Rozzo ed Aigua e la località di Lugone, graziosa frazione montana ideale per passare giornate piacevoli e gustarsi uno dei panorami piu' completi della Val Cavargna.

Per informazioni: http://www.comune.cusino.co.it

San Bartolomeo Val Cavargna

Proseguendo da Cusino sulla provinciale dopo una decina di minuti si raggiunge San Bartolomeo Val Cavargna a 850 metri d'altitudine. Esso è il paese piu' popoloso della velle contando circa 1300 abitanti detti quaiot (quaglie) ed è diviso in quattro frazioni: Calbino, Tavaino, Vora e Sora, quest'ultima distaccata dal nucleo formato dalle altre. Vi sono poi molti insediamenti montani nel territorio comunale che ha i suoi limiti a nord con i monti Tabor e Pianchette e a sud con la località Ponte Dovia. I principali sono: Oggia, Costa, Rus di Vora, Crisello, Rus di gacc (Rus dei gatti), Cavada, Vraghezzo, Ambesello, Tavagnago, Pradei. Molte di esse sono oggi raggiungibili tramite strade asfaltate. Al comune appartiene anche l'alpeggio di Sebol che si trova proprio sotto il monte Tabor. Molte associazioni locali sono attive o hanno sede a San Bartolomeo e promuovono svariati avvenimenti. Tra queste ricordiamo la Biblioteca Comunale che ogni due anni organizza agli inizi d'agosto la Mostra Mercato della Val Cavargna, il Gruppo Alpini, la Proloco, il Corpo Musicale Santa Cecilia e il Gruppo Folclorico Val Cavargna . Un altro importante evento svolto in questo comune - oltre alla Mostra Mercato - è il Presepe Vivente di Sora. San Bartolomeo è inoltre il centro scolastico della Val Cavargna in quanto sede delle uniche scuole della valle (asilo, elementari e medie).

Per informazioni: http://www.comune.sanbartolomeovalcavargna.co.it

San Nazzaro Val Cavargna

Vicinissimo a San Bartolomeo (5 minuti di auto), San Nazzaro è il comune piu' centrale della Val Cavargna e si trova a 996 metri s.l.m. I suoi abitanti sono detti bolgiö. Come per il comune vicino anche nel territorio di San Nazzaro vi sono tanti insediamenti montani. I principali sono: Rovolè, Grumia, Fös, Forni Vecchi, Tecchio, Dela, Sella. Al comune appartiene anche l'alpeggio di Piazza Vachera (1800 m.) che si trova proprio sotto la cima del Pizzo di Gino (2245 m.).

Per informazioni: https://www.comune.sannazzarovalcavargna.co.it

Insediamenti montani principali:

Oggia (comune di San Bartolomeo)

Oggia è l’insediamento montano piu’ popoloso della Val Cavargna e si trova a nord-est di San Bartolomeo sulla pendice orientale della vallata di Sebol. Essa è raggiungibile su una strada asfaltata che parte dal comune di San Bartolomeo e si trova ad un’altitudine di circa 1200 metri. Molte persone di San Bartolomeo, soprattutto delle frazioni di Calbino e Tavaino, hanno una casa di montagna ad Oggia, piu’ o meno moderna a seconda dei casi. Per questo motivo questo insediamento d’estate diviene molto popolato. La festa di Oggia cade il 15 agosto, giorno in cui la popolazione festeggia la Madonna cui la chiesa è dedicata. Da Oggia partono i sentieri che portano all’alpe di Sebol e al monte Tabor.

Costa (comune di San Bartolomeo)

Ad est di Oggia si trova quest’altro centro montano raggiungibile con la stessa strada che porta ad Oggia e che si dirama in due direzioni (una verso Costa e una appunto verso Oggia) in località Tavagnago. Dalla Costa, che si trova a 925 metri s.l.m., si diramano vari senteri che portano nei territori del comune di Cusino (alpe di Rozzo e Lugone).

Rus di Vora (comune di San Bartolomeo)

Proprio sopra a San Bartolomeo, a circa 1200 m. d’altitudine, si trova l’insediamento di Rus di Vora. Il nome deriva dal fatto che, mentre gli abitanti di Calbino e Tavaino avevano – e hanno – possedimenti come case e stalle soprattutto negli abitati di Oggia e Costa, a Rus sono gli abitanti della frazione di Vora ad essere in maggioranza.

Rus di Vora è raggiungibile da una strada asfaltata che parte da San Bartolomeo; da questo abitato montano partono i sentieri per il Pizzo di Gino e Cima Pianchette.

Malé (comune di Cusino)

Malé, nota anche come Lugone, è sicuramente uno degli abitati montani piu’ belli della Val Cavargna. Si trova sopra Cusino ed è raggiungibile da questo con una comoda strada asfaltata. Da Malé è possibile avere un panorama completo di tutta la Val Cavargna e da esso partono i sentieri che portano all’alpe di Rozzo, al Bregagno e al Sasso di Cusino. Puo’ quindi essere visto sia come punto di partenza per escursioni che come meta per una tranquilla gita.

Ogni anno molti turisti e valligiani si danno appuntamento a Malé per la seconda domenica di agosto, quando si svolge la festa annuale della frazione. Inoltre è importante ricordare che nei weekend estivi a Malé vi sono molte feste e sagre, con balere e grigliate di vario tipo e che – nel periodo maggio-ottobre – è sempre aperto l’albergo Locanda Maria.

Mont (comune di San Nazzaro)

I principali insediamenti montani di San Nazzaro non hanno un vero e proprio nucleo, ma sono sparsi in tanti piccoli abitati che gli abitanti del comune chiamano globalmente Mont. Sono comunque molto vicini tra loro ed è possibile raggiungerli con una carrozzabile che parte da San Nazzaro in località Sant’Antonio. Le frazioni principali di Mont sono: Grumia (dove si trova la cappella di Caravaggio), Fös e Zertigna. Da Mont partono sentieri che portano a Piazza Vachera, al Pizzo di Gino e ai monti di Vegna.

Monti di Sora

I monti di Sora non sono un vero e proprio abitato montano, infatti essi sono tanti piccoli insediamenti sparsi nella zona sud-occidentale della Val Cavargna. Piu’ pecisamente essi si trovano nei territori compresi tra il Cuccio occidentale ed il comune di Buggiolo. Si sviluppano quindi su un’area molto vasta comprendendo terreni di ben quattro comuni (Carlazzo, San Bartolomeo, San Nazzaro, Cavargna). Per tradizione vengono pero’ associati al nome della frazione distaccata di San Bartolomeo, forse perchè questa si trova in una posizione molto centrale della valle.

I principali abitati dei Monti di Sora hanno i seguenti nomi (in ordine da sud a nord): Torri, Cason, Cucchetto, Crisello, Lot, Pra di Proca, Borei, Volt, Sella, Dela, Alpetto.

Scroll to top
Copy link
Powered by Social Snap